goldenreed7.jpggoldenreed2.jpggoldenreed9.jpggoldenreed6.jpggoldenreed5.jpggoldenreed8.jpggoldenreed3.jpggoldenreed1.jpggoldenreed4.jpg

Articoli

1-2-3 STELLA!

Massimo PAVAN - Claudio ZULIANI

Dimensione: 15x21

Num. Pag. 256
Prezzo: Euro 15,00
ISBN: 978-88-96184-72-1


«1-2-3 Stella!» è stato il grido che ha accompagnato il fischio finale di Cagliari-Juventus. La conquista dello scudetto è stata da subito
il fattore che ha scatenato la voglia di Claudio Zuliani di raccontare in un libro le emozioni, le tappe e le polemiche che hanno fatto gioire e imbestialire il tifoso della Juve. E allora quale migliore occasione del ripercorrere cronologicamente l’ultimo anno attraverso i contenuti più interessanti postati da Claudio sui propri canali social, integrati da pagine inedite di approfondimento. Con un paziente lavoro di raccolta dei materiali integrato dalle considerazioni di Massimo Pavan (vicedirettore di Tuttojuve.com) è nato questo libro, indirizzato esclusivamente a 14.000.000 di potenziali lettori. I tifosi bianconeri in Italia.

 

Massimo Pavan (Alessandria 1977), Laureato in Economia alla Bocconi con una tesi sul Mondo dell'Entertainment applicato agli stadi del domani, nel 2002 consegue il Master in Gestione di Società Sportive a San Marino e nel 2004 il Master Campus Multimedia presso Mediaset sulle tecnologie multimediali. Vice Direttore di Tuttojuve.com, testata giornalistica e tra i principali siti di informazione per i tifosi bianconeri, negli ultimi tre anni ha pubblicato oltre 3000 articoli per raccontare e condividere la sua passione per l’universo Juventino.

Claudio Zuliani (Milano 1966) è giornalista. Voce ufficiale “faziosa” delle telecronache della Juventus su Mediaset Premium. Opinionista storico di “Diretta Stadio” su 7 Gold. Ospite delle più importanti trasmissioni sportive di Juventus Channel e Mediaset Calcio. Collabora anche con alcune testate giornalistiche e radiofoniche. Con il suo team gestisce un canale FB ufficiale, un profilo Twitter e Youtube con contenuti originali, esclusivi e autoprodotti. Il suo sito www.claudiozuliani.it svolge l’opera di aggregatore di contenuti.

1915. Dal football alle trincee

Alessandro Bassi

Dimensione: 15x21

Num. Pag. 136
Prezzo: Euro 14,00
ISBN: 978-88-99146-061
Immagini: fotografie

Disponibile anche in formato eBook su Amazon Euro: 6,99

Il libro racconta due storie, entrambe vissute sotto i cieli plumbei e minacciosi di cento anni fa, durante i mesi di neutralità italiana, quelli che corrono tra lo scoppio della prima guerra mondiale nel giugno del 1914 sino all’intervento italiano nel maggio del 1915.
Una di queste storie è quella con l'ambizione, attraverso l’analisi dei documenti diplomatici italiani dell’epoca e la riproposizione di ampi stralci di materiale memorialistico di alcuni dei protagonisti delle vicende di quel periodo, di raccontare quello che accadde nelle stanze segrete delle ambasciate e dei Ministeri, mentre nelle vie, nelle piazze e nei caffè di tutti i paesi e di tutte le città d’Europa si vivevano gli ultimi attimi di un mondo e di un’epoca che non sarebbe più tornata.
L’altra storia, invece, è quella che segue il racconto dell’unico campionato di calcio italiano che non vide mai la fine, raccontato con le parole dei giornalisti e le fotografie dei giornali dell’epoca; un gioco, quello del calcio, che mano a mano che passavano i mesi si legava sempre più forte alle vicende belliche, tingendo – per dirla come Vittorio Pozzo ha raccontato – di grigio-verde le gradinate degli stadi. Un intreccio, quello tra calcio e guerra, evidenziato dalle sempre più numerose partite organizzate in Italia per raccogliere fondi a favore del Belgio occupato e delle "terre irredente"; dal crescente numero di calciatori richiamati alle armi e mandati al fronte, nonché dalle commoventi partite che durante la notte di Natale del 1914 vennero giocate in modo del tutto estemporaneo e spontaneo tra reggimenti nemici sul fronte.
Un modo diverso di raccontare un’Italia e un dramma europeo così lontano ma anche così tragicamente vicino e attuale.

Alessandro Bassi, è nato a Reggio Emilia nel 1973. Ha pubblicato i romanzi Nueter Forever, Mi fidavo di te e Quando Arbitro Fischia (tutti scritti con Andrea Friggeri).
Per Bradipolibri ha pubblicato, nel 2012, il saggio storico sul calcio, Il football dei pioinieri. Storia del campionato di calcio in Italia dalle origini alla I Guerra Mondiale.
Questo il suo blog www.storiedifootballperduto.blogspot.it

5 MAGGIO 2002... - e ancora godo!

Stefano Discreti

Prefazione di Luca Beatrice

Introduzione di Luciano Moggi

Dimensione: 15x21
Num. Pag. 280
Prezzo: Euro 15,00
ISBN: 978-88-96184-65-3
Immagini: illustrazioni


5 maggio 2002: la partita più strana del mondo è finita; piangono i tifosi interisti, festeggiano quelli juventini. Allo stadio Olimpico Vieri è immobile, Ronaldo al suo fianco si copre la faccia con le mani e piange disperato. Materazzi impreca contro i giocatori laziali;«Due anni fa vi ho fatto vincere uno scudetto». Gresko singhiozza, Moratti è attonito, Hector Cuper fuma da solo la millesima sigaretta, ripensando alla sua fama di eterno secondo. A Udine, invece, è gioia allo stato puro; capitan Conte urla tutta la sua rabbia: «Qualcuno che era a Perugia e rideva, oggi piange… e io godo, godo, godo». 


Stefano Discreti (1977) è nato a Roma. Cresciuto a “pane e Juve” nella disastrata periferia romana narrata da Pasolini, dalla quale non si è mai separato, ha temprato il suo carattere nella difficoltà di tifare bianconero nella Capitale. Ha pubblicato, con Alvise Cagnazzo, sempre per Bradipolibri Montero, l'ultimo guerriero (2010), biografia celebrativa del popolare campione uruguaiano bianconero e Antonio Conte, l’ultimo gladiatore (2011), biografia celebrativa dell’ex capitano bianconero attuale allenatore-trascinatore della Juventus. Apprezzato autore ed editorialista web con collaborazioni varie con i più prestigiosi siti calcistici della rete nonché conduttore radiofonico e televisivo del popolare programma “Tutti pazzi per la Juve” insieme agli amici della COMBRICCOLA ROMANA. Opinionista tv nei programmi “Cuore di calcio”, “Studio Stadio” “Ieri, Moggi e domani” è stato ospite a “Controcampo” su Rete 4, “Quelli che il calcio” su Rai2, SkySport24, Mediaset Premium e “La giostra dei Gol” su Rai International.


 

1977 JUVENTUS ANNO ZERO

Collettivo Banfield

Dimensione: 15x21

Num. Pag. 216 
Prezzo: Euro 15,00 
ISBN: 9788899146368

1977 Juventus anno zero mostra e racconta una rivoluzione silenziosa e il perché la Juve è sempre avanti. 
Oggi come ieri, ieri come oggi.

Fondere nella stessa stagione 3 grandi capolavori sportivi e cambiare per sempre la propria storia. O meglio, fare un salto di qualità che è alla base dei successi contemporanei della Juventus. Nel 1977, esattamente 40 anni fa, nella stessa settimana la formazione bianconera vince scudetto, Coppa UEFA e diventa Campione conquistando 51 punti sui 60 a disposizione. Un record, quest’ultimo, mai più battuto nella Serie A a 16 squadre. Ma c’è qualcosa di molto più importante. Proprio 40 anni fa i ragazzi allenati da Giovanni Trapattoni smentiscono tutti gli scettici a livello internazionale: la Juventus non è più vincente soltanto in Italia. La conquista della Coppa UEFA è il primo trofeo di una storia che dal quel momento viene completamente riscritta. Inizia un nuovo corso, i bianconeri vincono almeno una volta tutto quello che c’è da vincere, in Europa e nel mondo. “1977, Juventus anno zero”, scritto dal Collettivo Banfield, ripercorre una stagione difficilmente ripetibile per risultati sul campo ed emozioni trasmesse. 

Un gruppo di 9 scrittori romani (di cui 8 non juventini) celebra un trionfo pieno, quello del 1977, del quale tutti dovrebbero essere orgogliosi, a prescindere dalle proprie preferenze e dalla fede calcistica.



Collettivo Banfield è un gruppo di scrittori di sport fondato nel 2016 a Roma.

Hanno scritto “1977 Juventus anno zero”:

Diego Mariottini (fondatore), Carlo Cimini, Valentina Pamela Etzi, Andrea Fiaschetti, Massimo Filipponi, Nicola Fragnelli, Ivano Maiorella, Amedeo Santicchia, Mirko Spadoni

A-i é gnun ëd pì che noi

A-i é gnun ëd pì che noi
Storia della Juve in lingua piemontese (con testo italiano a fronte) 

AA.VV.

Vittoria Minetti (traduttrice)

Prefazione di Roberto Beccantini

Dimensione: 15x21
Num. Pag. 176
Prezzo: Euro 13,00
ISBN: 9788899146597
Immagini: con fotografie in bianco nero

La storia della Juve è raccontata da un gruppo di giornalisti e scrittori juventini originari di parti diverse d’Italia, a conferma che il
territorio italiano e la Juventus sono binomio indissolubile.
Ognuno di loro ha raccontato un periodo, un decennio o poco più, dagli albori ai giorni nostri.

Vittoria Minetti, docente di lingua piemontese, lo ha tradotto.

"Sono juventino perché lo era papà e perché, soprattutto, juventino era Omar Sivori.
Faceva vedere poco, e quel “poco” doveva bastarci per immaginare e, attraverso la radio, capire, scartare, scegliere.
 
… con il trascorrere del tempo, la passione è cresciuta, si è allargata. Sivori ha lasciato la Juventus, il sottoscritto no: mai. 
È la vita, è lo sport, è il cuore.
In latino significa Gioventù. 
Quando la scelsi, non ci pensai.
Avevo altro per la testa. Andavo all’oratorio e mi arrotolavo i calzini. Come Omar. Che ha raggiunto John, Gaetano, Andrea e tanti altri.
Ricordarli non è importante, è l’unica cosa che conta."
dalla prefazione di Roberto Beccantini



Bradipolibri Editore SRL - P.IVA 08469780012 - C.F. 08469780012 - Sede legale: Piazza Statuto 9 - 10122 Torino.
Esclusivamente per la corrispondenza: Bradipolibri presso: Casella Postale 7 - Via Dora Baltea, 16 - 10015 Ivrea - Privacy
Tutti i diritti riservati - All right reserved © 1999 - 2018 (Torino, Italy) - Tel. +39 371.3134694 - E-mail edizioni@bradipolibri.it - PEC bradipolibri@pec.bradipolibri.it